Parco Nazionale di Plitvice

E' un parco unico nel suo genere, che con le sue caratteristiche naturali, le forme ed i colori attrae l'attenzione dei suoi visitatori. Oltre al fenomeno carsico, la particolarità di questo parco consiste nei suoi 16 laghi grandi (più numerosi laghi minori) separati da barriere naturali di travertino formatesi nel corso di migliaia di anni.

Parco Plitvice

Tra il litorale e l'entroterra esistono diverse zone climatiche: questo rende il clima estivo soleggiato e piacevole, mentre d'inverno è duro e nevoso.

Il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice è un vero e proprio capolavoro della natura. Istituito nel 1949, dichiarato dall'Unesco patrimonio naturale dell'umanità nel 1979, il parco si estende per quasi 30.000 ettari, di cui 26.000 coperti di boschi di aceri, faggi e abeti rossi, 1530 da prati e pascoli e 220 occupati dalle acque di 16 laghi carsici collegati da 92 cascate incise nel tufo. All'interno del parco vivono numerosissime specie di animali (lontre, orsi, avvoltoi, cervi, lupi, ecc.), alcune delle quali in via d'estinzione.

Questo meraviglioso fenomeno naturale, risalente a 4.000 anni fa, suscita molto interesse grazie anche all'originalità di alcune manifestazioni organizzate al suo interno quali, ad esempio, le nozze sotto le cascate. Per visi tare il Parco è consigliabile munirsi di una mappa; vi sono numerosi sentieri ben demarcati ed altrettanti itinerari consigliati. Dato il clima prettamente montano il periodo più adatto per visitare il parco é quello estivo. La visita che si svolge a piedi, su agevoli sentieri e passerelle di legno; silenziosi battelli elettrici permettono di attraversare il lago più grande, mentre trenini su gomma percorrono i tratti più lunghi.

Informazioni generali

Nel parco ci sono diverse aree d'imboschimento, alcune delle quali protette (come per esempio la foresta vergine di Corkova). Queste e le diverse condizioni di vita rendono possibile la crescita e lo sviluppo di numerose specie di piante ed animali (acquatiche e terrestri), relativamente senza problemi.
E' importante sottolineare che questo parco è allo stesso tempo funzionale ma strutturalmente fragile, sensibile ai cambiamenti della natura e all'incuria umana.
Non a caso, l'Unesco l'ha dichiarato patrimonio naturale Mondiale.

Flora e fauna del parco

La bellezza dei laghi di Plitvice è stata inaccessibile per un lungo periodo: è solo dalla fine del 19esimo secolo che sono cominciati studi e ricerche approfondite.
Sono state identificate 1146 specie di piante, classificate in 109 famiglie, con caratteristiche anche estremamente diverse le une dalle altre. Questo è dovuto ad una serie di fattori ecologici: la posizione geografica, la differenza di altitudine, la separazione tra costa ed entroterra, la base geologica, l'esposizione del terreno ed altri. Per questo motivo il parco abbonda di rare specie endemiche protette dalla legge.

Le caratteristiche naturali del parco sono rimaste sufficientemente salvaguardate dall'influenza dell'uomo; per questo motivo gli spazi dedicati agli animali sono rimasti gli stessi da sempre, conservando il loro ecosistema intatto nel tempo.
Nel parco sono presenti: lupi europei, lupi (cane lupo), volpi, moffette, donnole, lontre, tassi, martore, linci, gatti selvatici, cinghiali selvatici, cervi, caprioli ed orsi bruni.

Regole generali

Alcune regole: all'interno del Parco sono vietati sia la pesca che la balneazione ed i i cani devono essere tenuti al guinzaglio. Il biglietto d'ingresso è valido un giorno, ma chi soggiorna negli alberghi all'interno del parco potrà prolungarne la durata presso la reception. L'ingresso comprende il parcheggio e l'utilizzo dei trasporti interni: due gli ingressi al Parco, entrambi muniti di ampio parcheggio, biglietteria ed ufficio informazioni.

E' proibito:
- il bagno in laghi e ruscelli
- attività subacquee senza un permesso specifico
- la pesca
- la caccia
- armi da fuoco
- portare cani sciolti
- danneggiare alberi o piante
- accendere un fuoco fuori dalle aree preposte
- l'estrazione di minerali

Il tempo a disposizione è determinante per la scelta dei sentieri; il personale del parco potrà consigliarVi a seconda della durata della visita e delle condizioni atmosferiche.

Il Parco Nazionale, aperto tutto l'anno dalle ore 08.00 fino al tramonto, offre numerosi punti di ristorazione e possibilità di alloggio.