Krk – il patrimonio culturale dell'isola di Veglia

La ricchezza del patrimonio culturale, di storia e di tradizioni popolari dell'isola
di Veglia
è una fonte inesauribile d'ispirazione, ed è a un tempo campo di ricerca interessante per coloro che scavano nei secoli passati: reperti della preistoria e del periodo illirico, i resti archeologici della città romana, Curicta (Veglia) e la scomparsa Fulfinium, due monumentali basiliche paleocristiane, San Nicola a Mirine e l'attuale cattedrale di Krk che è sede vescovi le da 1500 anni.

Le prime chiesette erano costruite dai neoconvertiti Croati nei secoli XXII, San Donato e San Grisogono, altre chiese sono preromaniche, romaniche e gotiche.

La città di Veglia, centro storico dell'isola sin dai tempi illirici e romani, con l'imponente Castello dei Frangipane e le muro di cinta romano-medievali ottimamente conservate; i pittoreschi castelli medievali di Castelmuschio, di Verbenico, di Dobrinj e di Bescanova: la grande insenatura di Punat con in mezzo l'isolotto di Kosljun-Castellione su cui sorge un convento francescano che custodisce un vero tesoro di storia, di cultura e d'arte da oltre 550 anni: ecco, questa è appena una parte di quello che sull'isola si può vedere, dei luoghi che si possono visitare.

Impegnati nella "scoperta" del mosaico chiamato Isola di Veglia, alla fine ammetterete, ne siamo certi, di aver trovato in essa propria l'isola che da tempo cercavate!